Noi dobbiamo lasciare alle vostre voci il canto libero e potente, di cui siete capaci.

E voi dovete essere così bravi da interpretare ciò che dovrete esprimere,

da venire ad attingere da noi il motivo, il tema, e qualche volta più del tema,

quel fluido segreto che si chiama l’ispirazione, che si chiama la grazia,

che si chiama il carisma dell’arte.

 

Incontro con gli artisti nella Cappella Sistina, 7 maggio 1964